Elezioni municipio I, Costantini: “In squadra 12 donne. Una sarà vicepresidente”

Nel corso dell’incontro, il candidato minisindaco ha presentato anche i due delegati alla Cultura e alla Qualità della vita. Si tratta dello sceneggiatore e regista Fabio Campus, e del presidente del Fiaba (Fondo italiano abbattimento barriere architettoniche) Giuseppe Trieste

Elezioni municipio I, Costantini: “In squadra 12 donne. Una sarà vicepresidente”

La vicepresidenza sarà rosa. E a scegliere la donna che opererà al mio fianco, portando un punto di vista femminile sul governo del cuore storico di Roma, saranno direttamente i cittadini: si tratterà, infatti, della nostra candidata più votata”. Lo ha annunciato stamattina Matteo Costantini, in corsa per la presidenza del nuovo Municipio I con la lista civica ‘Uniti per il Centro Storico’, durante una conferenza stampa presso la Sala del Piccolo Carroccio, in Campidoglio.

Abbiamo presentato 12 donne su 24 nomi, mantenendo fede alla promessa della parità di genere – ha aggiunto Costantini – Tutti i curricula degli aspiranti consiglieri sono già online sul sito e voglio ribadire che la nostra è l’unica formazione civica presente in questa campagna elettorale, perché le altre sono soltanto liste civetta, collegate ai partiti oppure a qualche candidato sindaco”.

Nel corso dell’incontro, il candidato minisindaco ha presentato anche i due delegati alla Cultura e alla Qualità della vita. Si tratta dello sceneggiatore e regista Fabio Campus, e del presidente del Fiaba (Fondo italiano abbattimento barriere architettoniche) Giuseppe Trieste.

Su quest’ultima nomina Costantini ha chiosato: “Senza barriere vivono meglio tutti, anche le mamme che vanno in giro con il passeggino o gli anziani. Non è solo un problema dei portatori di handicap. Dobbiamo rendere la città più rispettosa e accogliente”.

Il candidato presidente ha poi parlato del programma, insistendo molto sul decoro e sull’Osservatorio per la legalità nel commercio: “La nostra vera sfida è tenere insieme gli interessi di esercenti e residenti per far nascere la City di Roma, un vero e proprio Comune all’interno della città metropolitana”. Costantini ha infine lanciato la battaglia contro le ludopatie e in particolare contro il dilagare delle slot machine in centro storico. In tal senso, ha proposto una riduzione del canone Osp (Occupazione suolo pubblico) per bar ed esercizi che rinunceranno alle ‘macchinette’ da gioco.

I candidati della lista Uniti per il Centro Storico alle elezioni del I municipio (ex 1 e 17)

Ecco tutti i candidati della lista Uniti per il Centro Storico che sostiene la candidatura a presidente di Matteo Costantini

1. Mattera Roberto
2. Nieves Desirée
3. De Angelis Lorenzo
4. Neri Rita
5. Carra Giorgio
6. Tavella Maria Letizia
7. Efrati Simone
8. Ciuffa Romina
9. Cavicchia Alessandro
10. Cinotti Elisabetta
11. Bonafaccia Fausto
12. Spinelli Valentina
13. Rosa Giovanni
14. Musella Michela
15. Fresco Alessandro
16. Nati Marzia
17. Cavagnaro Giorgio
18. Buzzetti Flavia
19. Fadda Massimiliano
20. Di Nepi Micol
21. Moretti Fabrizio
22. Polimeni Valeria
23. Pieroni Valerio
24. Celi Antonina

Piazza del Popolo: c’è un treno “parcheggiato”, residenti furiosi

Le Ferrovie dello Stato presentano l’esemplare del Freccia Rossa dedicato a Pietro Mennea, ma i comitati cittadini non gradiscono. Costantini: “Siamo stanchi”

Piazza del Popolo: c’è un treno “parcheggiato”, residenti furiosi

embra di stare su un set cinemagrafico, eppure quello che da questa mattina campeggia nel pieno centro di Piazza del Popolo a Roma è il vero e proprio vagone di un treno. La sorpresa ha lasciato tutti senza fiato, turisti ma anche e soprattutto residenti, che indipendetemente dalle motivaziono di una tale (bizzarra) istallazione, si dicono esasperati da una tale violazione del suolo pubblico.

“Siamo stanchi di vedere le nostre piazze trattate così”, ha dichiarato Matteo Costantini candidato indipendente per il I Municipio. E ammesso anche che il veicolo sia stato lì “parcheggiato” in occasione dell’inaugurazione del “Frecciarossa 1000” di Ferrovie dello Stato, intitolato al campione Pietro Mennea recentemente scomparso, i comitati e le associazioni cittadine non sono disposte a transigere sulla questione. “E’ incredibile che si continuino ad autorizzare iniziative commerciali su Piazza del Popolo, espressamente vietate dalla Delibera 48 attualmente in vigore – continua Costantini – Il centro storico merita più attenzione, più decoro, più manutenzione. Abbiamo già superato le 300 firme contro le manifestazioni e i concerti nel centro storico”. La raccolta firme continuerà fino a sabato nello stand della lista civica “Uniti per il Centro Storico”, in Largo dei Lombardi.

Criminalità, Costantini: “Bene Grasso su Roma”

“L’elezione di Pietro Grasso alla presidenza del Senato rappresenta un segnale forte per l’azione di contrasto alle mafie, anche nel cuore di Roma”. Matteo Costantini, fondatore dell’Osservatorio sulla legalità nel commercio in centro storico, plaude alle parole pronunciate oggi dalla seconda carica dello Stato in un convegno sulla legalità nella Capitale al teatro Golden.

“Da Procuratore nazionale antimafia ha dimostrato grande attenzione a questi temi, sostenendo anche iniziative dei residenti del Municipio I – prosegue Costantini – Speriamo di poter avviare una collaborazione istituzionale con il nostro Osservatorio dopo il prossimo voto comunale e municipale”.

Il candidato minisindaco con la lista ‘Uniti per il Centro Storico’ aggiunge: “Oltre alla presenza delle forze dell’ordine, che resta prioritaria, è importante rafforzare l’attenzione e la consapevolezza da parte dei cittadini e delle stesse istituzioni, compresi i municipi – conclude Costantini – che sempre più spesso corrono il rischio di rilasciare licenze ad attività commerciali tenute in piedi con capitali mafiosi”.

Municipi, Costantini: “Finalmente una city di oltre 200mila abitanti”

“Finalmente nasce la City di Roma, proprio come a Londra. Un passaggio storico che attrarrà nuovi investimenti e aprirà importanti opportunità di crescita per il centro storico della Capitale”. Matteo Costantini, candidato Presidente del Municipio I con la lista civica ‘Uniti per il Centro Storico’, accoglie con soddisfazione l’accorpamento tra I e XVII Municipio.

“Quando lanciammo l’idea un anno fa, il 5 marzo 2012, nel corso del convegno ‘Roma città metropolitana, dal decentramento alla City’, in molti ci dissero che non sarebbe mai divenuta realtà – continua Costantini – I fatti, invece, ci hanno dato ragione. Ora in tanti parlano di City, anche se molti immaginano addirittura un’unificazione con II e III Municipio, al momento assolutamente prematura”.

Secondo il candidato minisindaco, si tratta di “un cambiamento epocale. Ora non c’è tempo da perdere. Il prossimo passo sarà quello di ottenere risorse e personale adeguati per amministrare, nel migliore dei modi, il cuore della città”. Con l’accorpamento tra I e XVII nasce, infatti, un ‘Supermunicipio’ che avrà un’estensione di oltre 20kmq, più di 200mila abitanti e circa 18mila attività commerciali. “Soltanto bar e ristoranti ammontano a 3mila 500, gli alberghi rappresentano oltre il 60% del totale romano, senza contare musei, università, aree archeologiche, ambasciate, ministeri e la sede di ben due Stati, la Città del Vaticano e i Cavalieri di Malta”.

“Sarà il Municipio più importante della città – conclude Costantini – e per questo chiederemo subito, d’intesa con le associazioni di categoria, di poter utilizzare per decoro urbano, manutenzione stradale e sicurezza il 50% della tassa di soggiorno versata dai turisti accolti nelle strutture ricettive del territorio”.

Costantini: “Con nuovo statuto si risparmia 1 mln di euro l’anno”

“Esprimo soddisfazione per l’approvazione del nuovo statuto di Roma Capitale, un ulteriore passo in avanti verso la costituzione della città metropolitana, che è il vero obiettivo da raggiungere”.

È quanto dichiara, in una nota a margine del voto dell’Assemblea capitolina, Matteo Costantini, candidato alla presidenza della Municipio I con la lista civica ‘Uniti per il Centro Storico’.

“Il mio apprezzamento va, in particolare, all’introduzione di norme che garantiranno una maggior autonomia alle ex-Circoscrizioni, soprattutto nella gestione delle aree verdi e del patrimonio comunale”. Il candidato minisindaco sottolinea, infine, “l’importante decisione della riduzione dei Municipi a 15, che comporterà risparmi di spesa per almeno un milione di euro l’anno, con il taglio di 100 poltrone da consigliere municipale”.

Municipi, Costantini (ucs): “Mancata riforma? Scusa per salvare 100 poltrone”

“Non è ammissibile pensare di rimandare l’accorpamento dei Municipi. La verità è che si continuano ad accampare scuse per salvare cento poltrone”. Matteo Costantini, candidato alla presidenza del Municipio I con la lista civica ‘Uniti per il Centro Storico’, da anni ormai porta avanti la battaglia per la riforma di Roma Capitale.

“La politica sempre in prima fila se si tratta di tagliare risorse per i cittadini – va all’attacco Costantini – si ritira in buon ordine quando, invece, deve intervenire su se stessa, alzando solo polveroni che, alla fine, si risolvono in nulla di fatto. Il mancato taglio delle Province ne è la prova”.

Secondo il candidato minisindaco, inoltre, è paradossale la tesi sostenuta da qualcuno secondo cui accorpare i Municipi costerebbe di più del mantenimento dello status quo: “Ridurre le municipalità da 19 a 15 comporta un risparmio di oltre un milione di euro all’anno. Sfido chiunque a dimostrare il contrario. Senza contare che dalla fusione del I e XVII Municipio prenderebbe vita finalmente la City sul modello londinese. Ma forse – conclude ironico Costantini – è proprio questo quello che più spaventa”.

Crisi: Costantini (Ucs) lancia Sportello Impresa

“Le imprese chiudono non solo per la crisi e le tasse troppo alte, ma anche per l’eccessiva burocrazia”.

A dirlo è Matteo Costantini, candidato alla presidenza del Municipio I con la lista civica ‘Uniti per Centro Storico’, a margine della giornata di mobilitazione organizzata al Pantheon dalla rete di imprese territoriali. Costantini lancia quindi il progetto dello ‘Sportello impresa’ e spiega: “Si tratta di un ufficio dedicato ad assistere le aziende del centro storico di Roma, per liberarle dalle carte bollate e dalle estenuanti code a via Petroselli”.

“Ho già accennato la mia idea alle associazioni di categoria – continua il candidato minisindaco – Saranno loro le protagoniste, assieme al rinnovato ufficio del Commercio, di quella che si annuncia come una vera e propria rivoluzione”. Costantini insiste: ” L’amministrazione non si limiterà solo a fare multe e dispensare divieti, ma sarà accanto agli operatori che vorranno mettersi in regola e avviare un percorso virtuoso. Senza fare sconti all’abusivismo e premiando gli operatori onesti”.

Secondo il progetto, chi rispetta le norme avrà una corsia preferenziale, oltre che assistenza dedicata, anche fuori dall’orario di ricevimento del pubblico. “Lo sportello fornirà, inoltre – conclude il candidato presidente – consulenze sulle delibere spesso incomprensibili dell’amministrazione capitolina. Diverrà un canale diretto anche per le imprese artigianali in via d’estinzione, per le botteghe storiche e per le nuove aziende. Si tratta di un primo importante segnale verso le attività che contribuiscono a mantenere viva l’identità del centro storico di Roma”.